News

24231995_10159600938410433_784923671416661387_n-1Il Movimento Federalista Europeo (MFE), ha organizzato sabato 2 dicembre, a Palazzo Marino, un incontro pubblico in merito alla questione dell’unità politica, federale dell’Europa. Sono stato invitato tra i relatori per evidenziare il ruolo che l’Italia, con lo stimolo dei suoi Comuni ed enti territoriali, a cominciare dalla nostra città, è chiamata ad avere in questo momento e nel prossimo futuro per consentire l’avanzamento dell’intero processo di unificazione. Di seguito il testo del mio intervento. Buona lettura!

Cari amici del Movimento Federalista Europeo,

il vostro impegno ancora una volta ci sollecita a guardare all’Europa come ad una casa e ad un destino comune, dai quali non si può più prescindere. Al tempo stesso però ricordate a tutti che il completamento di quel progetto che fu dei nostri padri dopo la tragedia del secondo conflitto mondiale è di là da venire.

Il mio contributo non vuole tanto soffermarsi su cosa gli Stati nazionali dovrebbero fare per portare a compimento i lavori dell’edificio comunitario, quanto quello che possono fare le autonomie locali, ovvero quel livello della vita politico-amministrativa più prossimo ai cittadini, al quale appartiene il sottoscritto ed è ben rappresentato dalla Sala che vi ospita.

Continua a leggere cliccando qui.

Matteo Forte

Comments are closed.