News

50713199_2117757471617399_8233490853763481600_o(ANSA) – MILANO, 17 GEN – L’area di proprietà comunale di via Novara esce dal Piano delle attrezzature religiose, quindi lì non ci saranno nuovi luoghi di culto come era stato previsto inizialmente dal Comune di Milano.

La modifica è arrivata con l’approvazione in Consiglio comunale di un emendamento proposto da Matteo Forte di Milano Popolare, che ha chiesto di eliminare l’area dalle tre messe a disposizione del Comune, insieme a quella di via Esterle e via Marignano. Sono quindi in totale 15 le aree identificate dal Piano delle attrezzature religiose, documento previsto dalla legge regionale, per la nascita di nuovi luoghi di culto in città, di cui due di proprietà comunale da assegnare tramite avviso pubblico. “Le aree comunali passano da tre a due e solo una sarà destinata a diventare una moschea, secondo i criteri che detterà poi il Consiglio comunale”, ha detto Matteo Forte.

Con questa modifica si è conclusa in aula la discussione sul Piano delle attrezzature religiose, documento che fa parte del Piano di governo del territorio. 

Matteo Forte

Comments are closed.