News

(Fotogramma)(MIANEWS) Milano, 10 GIU – “La furia iconoclasta dei talebani dell’antifascismo è giunta anche a Milano” dichiara in una nota il capogruppo a Palazzo Marino di Milano Popolare, Matteo Forte.

“Apprendiamo dai Sentinelli la richiesta al Comune di rimuovere la statua di Indro Montanelli che si trova nell’omonimo parco di Porta Venezia e di dedicare i giardini ‘a qualcuno che sia più degno di rappresentare la storia e la memoria della nostra città Medaglia d’Oro della Resistenza’. Siamo in tempo di esami di maturità: questi iconoclasti ripassino la storia e scopriranno che nella città medaglia d’Oro della Resistenza il giornalista fu fatto prigioniero e condotto a San Vittore dai nazisti per poi essere liberato da patrioti cattolici dell’O.S.C.A.R.“.

Conclude Forte: “Del resto chi è nato per impedire le libere manifestazioni delle Sentinelle in piedi, che protestavano contro l’introduzione di un nuovo reato d’opinione quale l’omofobia, non può che concludere la propria parabola nel settarismo oscurantista“.

Matteo Forte

Comments are closed.