News

img_0281(OMNIMILANO) Milano, 05 OTT – La richiesta del centrodestra di prevedere una riapertura dei Navigli “graduale per lotti consecutivi, in modo da garantire sul lungo periodo quella dell’intero tracciato” è stata respinta dal consiglio comunale. L’ordine del giorno, presentato da Matteo Forte di Milano popolare per chiedere di realizzar la riapertura con un progetto alternativo a quello proposto dal sindaco, è stato approvato dall’aula di palazzo Marino ma emendato dalla sua richiesta centrale. Per Matteo Forte “il tema prioritario è la navigabilità, il trasporto di persone e merci. Non si possono aprire 5 vasche se la sfida è la navigabilità e se questo progetto ostacolerà la riapertura complessiva dei Navigli, quella che i milanesi hanno votato con il referendum del 2011″ dice il capogruppo di Mp commentando la proposta che il Sindaco Sala ha illustrato oggi all’aula.

Con l’approvazione del testo è stata invece accettata la richiesta presentata dalla Lega di “completare le opere di pertinenza del Comune di Milano per raggiungere rapidamente l’obiettivo dell’apertura del canale navigabile Locarno-Milano-Venezia“. L’ordine del giorno ha ottenuto 30 voti a favore da maggioranza e opposizione e il voto contrario di Basilio Rizzo di Milano in Comune. Per il testo nella sua formulazione originaria Forte aveva raccolto l’adesione di tutta l’opposizione e della lista civica Noi Milano.

Matteo Forte

Comments are closed.