News

995822-aeroporto_sea(OMNIMILANO) Milano, 09 MAR – “Alla luce di quanto sta avvenendo a livello nazionale, credo che sia interesse del Comune fare luce sull’appalto per le pulizie in Sea della Romeo Gestioni“: è quanto ha affermato il consigliere d’opposizione Matteo Forte, di Milano Popolare, intervenendo in consiglio comunale e annunciando un’interrogazione in merito.

“Il 10 giugno 2013 – spiega Forte – depositavo un’interrogazione in cui chiedevo conto dell’atto con cui il Comune aderiva alla convenzione stipulata tra Consip e Rti Romeo per servizi di pulizia di aree e uffici di Sea, per un importo complessivo di 48,2 milioni. Contro quell’appalto ci furono ricorsi, anche perché seguiva la solita logica del massimo ribasso: un costo orario per dipendente di 12,85 euro, contro tabelle ministeriali che all’epoca prevedevano 15,68 euro, oltre al costo del tesserino, la formazione, il parcheggio sempre a carico dei lavoratori ed un’ora di pausa pranzo giornaliera non retribuita.

Il 21 ottobre 2014 – prosegue ancora il consigliere Forte – Sea modifica il contratto con un aumento delle postazioni da presidiare da 66 a 79, ma introducendo una sorta di ‘franchigia’ per la quale la penale scatta solo sotto le 72 unità presidiate. Per questo motivo l’11 gennaio 2016 feci una richiesta di accesso agli atti per avere copia del bando di gara, l’offerta della ditta aggiudicataria, il capitolato d’appalto ecc., che però mi fu negato con lettera firmata dal presidente della Sea”. Ha concluso il suo intervento il capogruppo di Milano Popolare: “Chiedo alla Giunta e al sindaco se non sia il caso di fare chiarezza e capire se non ci sia alla fine un risparmio/guadagno tutto a vantaggio della Romeo Gestioni“.

Matteo Forte

Comments are closed.