CATEGORIE NEWS

Basta usare le case popolari come clava politica

IMG-20220221-WA0024Milano, 21 feb – (Nova) – Occorre uno sforzo comune sulle case a Milano, che metta fine all’uso strumentale dell’edilizia popolare come strumento delle schermaglie tra Comune e Regione. Lo ha dichiarato Matteo Forte, consigliere di Milano Popolare a Palazzo Marino, invitando alla fine delle polemiche tra Comune e Regione riguardo ai disservizi di Aler e Mm negli edifici gestiti dalle due aziende.

“Quello che vorrei suggerire a questa maggioranza e agli esponenti di Giunta – ha spiegato Forte – è di superare la diatriba creata con la scelta di Palazzo Marino del 2015 di uscire da Aler, da cui nasce questa contrapposizione ideologica per cui rischiamo di contrapporre le conte dei problemi di case Aler e Mm”. 

“Sala dice che l’incendio nella cantina di via Bolla dovuto ad allacci abusivi richiedeva un intervento preventivo da tempo. Vero – commento Forte -. Ma questo non vale anche per le case Mm di via Creta 1, dove da anni il nostro ex consigliere di Municipio 7, Franco Vassallo, denunciava l’impianto antincendio fuori uso? E che dire dei due incendi di via Cogne, nel 2018 e nel 2021? Non vale anche per queste realtà il ragionamento del Sindaco, a maggior ragione considerando che sono di proprietà comunale? Siamo davvero sicuri che quello che succede in via Bolla possa essere distinto da quel che contestualmente accade nelle case Mm?”

“Io credo che questo tipo di approccio non porti da nessuna parte”, ha concluso Forte. (Rem)
NNNN

Condividi articolo:

Potrebbe interessarti anche: