CATEGORIE NEWS

Nasce la commissione per l’economia civile

Untitled designMilano, 07 nov – (Nova) – Il Consiglio comunale ha approvato la delibera di istituzione di una nuova Commissione consiliare, la “Commissione Speciale per l’economia civile e lo sviluppo del terzo settore“.

La Commissione sarà composta da 23 consiglieri e avrà una durata di 36 mesi, al termine dei quali relazionerà in Consiglio sull’esito dei suoi lavori. Primo firmatario il Consigliere del Partito Democratico Valerio Pedroni, tra i diversi obiettivi che si pone, il documento votato dall’Aula prevede di definire linee di indirizzo politico per la programmazione di azioni che riguardino accordi istituzionali con l’imprenditoria sociale e dell’impresa che crea valore sociale e ambientale, con il Terzo settore come partner strategico della Pubblica Amministrazione, per la creazione di progetti di collaborazione e cooperazione, per la promozione di forme di economia civile attraverso la rigenerazione di luoghi urbani, dei beni culturali e demaniali e di esperienze innovative che abbiano un impatto sociale. (Com) NNNN

Anche il consigliere Matteo Forte, capogruppo di Milano popolare e tra i promotori della delibera di iniziativa consiliare di istituzione della nuova Commissione, ha voluto contribuire al dibattito dichiarando: “Ben prima del capitalismo di stampo calvinista che caratterizzerà l’epoca moderna dell’Europa del nord, dalla metà del XIV secolo si sviluppò nell’Italia dei Comuni un cosiddetto capitalismo meridiano che tra le proprie finalità non ha l’esclusiva ricerca del profitto ma il perseguimento del bene comune.  Un tipo di economia civile che, con la nascita dei Monti di pietà, seppe superare il divieto di usura applicando piccoli tassi di interesse sui prestiti per poter mantenere in vita istituti che sostenessero le arti e i mestieri, ma aiutassero anche vedove, orfani e poveri. Un tipo di economia civile che vide proprio nei grandi banchieri e mercanti lasciare in dono dopo la morte tutte le loro ricchezze alle opere di carità delle stesse città. Di queste vicende è ricca la storia dei nostri Comuni; a Milano possono essere spiegati secondo i canoni dell’economia civile il Duomo, la Ca’ Granda e più vicine ai nostri tempi Le Stelline“.

Condividi articolo:

Potrebbe interessarti anche: