CATEGORIE NEWS

Qt8/ Nessuna moschea al Palasharp

12936768_1076720559054434_7488423073062732536_n(1)(OMNIMILANO) Milano, 10 APR – «Il Palasharp tornerà alla sua vocazione naturale: luogo di eventi sportivi, culturali e concerti»: lo dichiara Matteo Forte, consigliere comunale d’opposizione e candidato con Milano Popolare, a conclusione di una mattinata con Stefano Parisi ed esponenti dei comitati cittadini di Qt8 e Sant’Elia.
«Personalmente porto avanti il dialogo con queste realtà da molti anni, ed oggi abbiamo raccontato a Parisi il lavoro fatto su questa zona della città su cui la giunta Pisapia ha scaricato dall’alto progetti che ne avrebbero compromesso la vivibilità. Il bando per i luoghi di culto è uno di quelli, ma è risultato evidente che con il centrodestra al governo di Milano l’ex Palasharp tornerà alla sua vecchia vocazione e non sorgerà nessuna grande moschea in uno dei principali ingressi della città, come è l’area di via Sant’Elia».
«Del resto – conclude Forte – quel progetto non solo presentava molti problemi dal punto di vista urbanistico, ma non rispondeva a nessun bisogno reale di alcuna comunità islamica, per altro non presente nel quartiere. L’unico interesse a cui rispondeva la grande moschea era quello di Majorino di accontentare Piccardo e i suoi amici».

 

Condividi articolo:

Potrebbe interessarti anche: