CATEGORIE NEWS

Cancel culture e isteria collettiva censurano Dostoevskij in Bicocca

Screenshot_20220302-095321_WhatsAppMilano, 02 mar – (Nova) – “La Bicocca ha cancellato il corso su Dostoevskij del prof. Paolo Nori (nella foto, ndr) per evitare tensioni. Un mix di cancel culture e isteria collettiva, come quella che ha chiuso (per sempre?) le porte della Scala al maestro Gegriev – si sta abbattendo su Milano e su quello che dovrebbe essere il mondo libero intento a combattere la tirannide”. Lo afferma in una nota il capogruppo di Milano popolarePalazzo Marino, Matteo Forte.

“In Bicocca e in tutta Europa avremmo invece bisogno di leggerlo proprio ora il grande scrittore russo” prosegue il consigliere. “Avremmo bisogno di riscoprire proprio ora quel genio letterario cristiano. Se non altro ci accorgeremmo che ormai ci stiamo ergendo a grande inquisitore che rinfaccia al Cristo quale problema di ogni potere quello di aver lasciato il peso della libertà agli uomini. Non è così che aiutiamo il popolo ucraino. Non è così che possiamo ricordare al popolo russo quanto i suoi capi stiano dimenticando una grande tradizione. Rischiamo solo di essere complici” conclude Forte. (Com)

NNNN

Condividi articolo:

Potrebbe interessarti anche: