CATEGORIE NEWS

Recupero immobili dismessi. Approvate due importanti migliorie

Urban BuildingLo scorso 20 dicembre il Consiglio comunale ha dato il via libera alla delibera che disciplina il recupero e la restituzione alla città degli immobili abbandonati e dismessi. Ha quindi fissato al 10% il tetto massimo di incremento dei diritti edificatori (il minimo consentito dalla Legge Regionale) e individuato una serie di ambiti territoriali in cui questa possibilità non verrà concessa, per ragioni di particolare tutela paesaggistica, ambientale e architettonica.

Con la delibera sono state approvate anche due delle mie diverse proposte migliorative. La prima: sono ricompresi nel bonus volumetrico gli immobili per i quali erano state avviate opere di bonifica e demolizione connesse ad interventi già approvati. Questo perché, a fronte di leggi e regole già in vigore, locali e regionali, e per le quali erano state prese iniziative, occorre dare certezze.

Ho voluto poi ribadire un principio fondamentale per la buona amministrazione: il rapporto paritetico tra cittadino e funzionari della pubblica amministrazione. I valori parametrici con cui vengono determinati i contributi di costruzione sono fissati da una delibera del Consiglio comunale, la n. 73 del 2007. Non è possibile dunque lasciare alla discrezionalità del funzionario di stabilire di volta in volta se e quanto aumentare i costi per ogni interventi di recupero e rigenerazione di un immobile dismesso, come sembrava adombrare la delibera prima del mio intervento modificativo.

Condividi articolo:

Potrebbe interessarti anche: